La proprietà è un furto, parola di Dr. Rent !

9/3/2019|Dr Rent|

Dottor Rent sulla rivista “Automobilismo”

Quando la redazione della rivista Automobilismo mi ha chiamato, per avere delucidazioni sul noleggio a lungo termine, mi sono sentito ancora più esperto di prima.

E poi, quando il numero è uscito in edicola, mi sono anche emozionato. A riprova del fatto che anche noi personaggi virtuali abbiamo un cuore.

A voi il testo integrale dell’articolo in edicola a Marzo 2019, come un buon auspicio di Primavera !

La proprietà è un furto, meglio il noleggio!

Sempre più gettonato, anche dai privati, il noleggio a lungo termine permette di guidare un’auto senza impegnare capitali ingenti nell’acquisto. E poi nel canone sono compresi bollo, assicurazione rc e casco, manutenzione e cambio gomme. Vediamo come funziona e quanto conviene…

Non sappiamo se Pierre-Joseph Proudhon, teorico francese dell’anarchia e autore della prima metà del nostro titolo condivida anche la seconda parte, ma è notizia degli ultimi giorni che anche Ikea, il colosso svedese dell’arredamento, ha appena inaugurato, in alcuni negozi campione, l’offerta di mobili a noleggio.

L’idea è quella di cominciare a percorrere la strada dell’economia circolare, basata non solo sul consumo, ma sul riutilizzo dei prodotti.

Si tratta di un trend che si sta consolidando nella nostra società per diversi motivi, primo fra tutti il suo effetto positivo sull’ambiente. L’idea parte da lontano, l’azienda giapponese Tokyo Lease Corporation, già alla fine degli anni 60, infatti, proponeva la formula del noleggio per mobili, elettrodomestici, materassi, biancheria e molto altro. Non più solo dischi, film e serie tv, a noleggio, quindi, ma beni materiali che utilizziamo per la vita quotidiana.

L’automobile, la motocicletta, il furgone (allestito e non) o lo scooter che ogni giorno ci serve per spostarci, lavorare, viaggiare, rientra tra i prodotti facili e convenienti da noleggiare.

Sfruttando il contratto di noleggio a lungo termine, infatti, si ottengono i benefici sommati del noleggio a breve termine e dell’acquisto: non occorre immobilizzare un capitale consistente, prima di tutto, e ci si libera completamente di tutta la parte burocratica e amministrativa legata all’utilizzo del veicolo stesso.

Inoltre, guidando un’auto estremamente recente, non si viene toccati dalle limitazioni imposte dalla maggior parte delle regioni italiane in materia di inquinamento.

Alcuni dati:

. il successo del noleggio a lungo termine, sia per aziende sia per privati, è confermato anche dai dati dell’ANIASA (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici) che indicano la costante crescita della curva che rappresenta i veicoli attualmente in circolazione con la formula del noleggio a lungo termine: oltre 880.000 nei primi sei mesi dell’anno scorso.

Con la formula del noleggio, è possibile guidare automobili, furgoni, motociclette e scooter sempre nuovi e ben mantenuti (quindi intrinsicamente più sicuri) senza infilare nel garage un bene, come l’automobile, che perde valore rapidamente.

Un altro dato piuttosto evidente è che nonostante il 2019 si sia aperto con un minor numero di immatricolazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono aumentati i volumi dei contratti di noleggio a lungo termine, grazie ad un aumento della clientela privata che si rivolge a questo tipo di soluzione.

La maggiore sicurezza dei veicoli non è l’unica “plusvalenza sociale” del noleggio: il milione di veicoli noleggiati sulle nostre strade, rispetto alla media del parco circolante, emettono meno della metà di monossido di carbonio / ossido di azoto.

Inoltre, il particolato emesso dalle vetture diesel a noleggio è inferiore dell’85% rispetto alla media e gli idrocarburi incombusti del 70%. Per tutte queste ragioni sarebbe lungimirante da parte del legislatore, favorire fiscalmente questa formula, che incrementa la sicurezza e riduce l’inquinamento.

Come funziona:

Per farla semplice, il canone del noleggio si ottiene sottraendo dal prezzo d’acquisto dell’auto il valore residuo dopo gli anni previsti dal contratto, aggiungendo contemporaneamente il costo di tutti i servizi previsti. A questo punto si divide per il numero di mesi di noleggio per ottenere il canone.

Il punto di forza di questa formula, in sintesi, è il servizio “tutto compreso”: il canone di pagamento fisso mensile comprende infatti l’assicurazione, il bollo, la manutenzione, la copertura danni e il soccorso stradale, oltre al cambio delle gomme.

Senza dimenticare che nel contratto di noleggio a lungo termine si possono configurare le diverse opzioni a proprio piacimento.

Il noleggio del mese:

Da questo numero di Automobilismo in poi parte dunque, sulla rivista, una nuova rubrica, dedicata a una proposta particolarmente conveniente di noleggio a lungo termine selezionata da Dottor Rent, il consulente virtuale super specializzato. Inoltre, sempre da questo numero della nostra rivista, proporremo un’ipotesi di noleggio per tutte le vetture in prova nel mese corrente.

L’ articolo sulla rivista Automobilismo non ha chiarito tutti i tuoi dubbi sul noleggio e desideri rivolgere ulteriori domande a Dottor Rent? Scrivi a chiedimi@dottorrent.it, e lui ti darà una risposta. Mentre per sapere di più, sull’esperto di noleggio ti basta cliccare qui o visitare il suo sito.